AVVISO

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK |

e-mail


elmarlener@gmail.com

mercoledì 18 novembre 2015

LA MIA STORIA 1° parte


Appunti di Elmar all'epoca dei fatti

Il 25 aprile 1981 ho subito un incidente automobilistico che mi ha costretto a 4 mesi di coma e 3 anni e mezzo di ospedale.
Dimesso dall'ospedale nel 1984 dopo varie cure riabilitative,con la disabilità al 75% (invalido civile) nel 1985 tramite l'ufficio di collocamento degli invalidi civili ho trovato lavoro presso la Magni Plast di Brugherio.
Il 1 marzo 1986 mi sono sposato in comunione dei beni.Nel 1989 ho rotto la cuffia rotatoria della spalla sinistra sul lavoro : 6 mesi di ospedale e relativa riabilitazione.
Nel 1989 ho dovuto subire un'operazione all'inguine,nel frattempo ho firmato un contratto per il mutuo per l'acquisto di una casa in cui abitavo ai tempi.
Dal 1986 al 2006 mi sento chiamare con tono affettuoso da mia moglie.
Il 14 aprile 2006 sono stato licenziato ed essendo invalido ho denunciato la ditta tramite la CGL.Il giudice ha indotto e condannato la ditta a pagarmi 30.000 euro.Con questa cifra ho estinto il mutuo.L'atteggiamento di mia moglie,dopo il licenziamento e l'estinzione del mutuo è cambiato in modo negativo,sembrava che le facessi ribrezzo.
Preciso che mia ex moglie è proprietaria per la metà con la sorella di 2 appartamenti di 3 locali più un bilocale a Monza e più la metà dell'appartamento in cui vivevamo.Ora mi domando: dopo la separazione lei ha già dove abitare senza alcun problema, io invece? Sono disoccupato ed invalido civile con un reddito "astronomico",datomi allora dall'Inps di 257 euro mensili ed inoltre non ho casa,cosa devo fare??
Vendendo la casa in cui abito, riceverei solo la metà del suo valore. mi sono informato per dei monolocali e sono rimasto deluso,il prezzo minimo è 60.000 euro. poi dal 2005 mi ha colpito la piorrea,quindi ho perso tutti i denti.Metterli con la mutua costa 1800 euro per le due protesi sia superiore che inferiore .Con un ragionamento matematico sono giunto alla conclusione che io definirei disperata!!!!!  
NB: voglio precisare che ogni 23 del mese viene caricato il suo stipendio,e lei lo preleva completamente in modo che io debba vivere con i 257 euro che mi passa l'Inps.Penso che sia alquanto difficile immaginare di non poter uscire di casa per il semplice motivo di essere impossibilitato di bere un caffè al bar,costa 90 cent ed io non posso spenderli semplicemente perché non li ho.
Elmar nel camper


fine prima parte dove ho descritto il vero dal licenziamento



1 commento:

Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito.Elmar Lener