AVVISO

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza del lettore. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso . Per le informazioni sulla Privacy leggere la Google Policies Privacy

Se continui nella navigazione accetti il loro uso. OK |

e-mail


elmarlener@gmail.com

venerdì 15 gennaio 2016

Iacopo Melio e gli insulti dei fans di Salvini



Iacopo Melio, 23 anni, l’ho conosciuto attraverso i social.  Iacopo ha una malattia genetica rara: è costretto su una sedia a rotelle e fa fatica a spostarsi da Cerreto Guidi, un paese di 11 mila abitanti a un’ora da Firenze. In Rete è quasi una star, il paladino che lotta contro le ingiustizie e le discriminazioni con l’hashtag    #vorreiprendereiltreno
"L’amore, è l’ideale dell’uguaglianza."
(George Sand)
Vorreiprendereiltreno ha come unico scopo quello di dare voce a chi, per troppo tempo, non ne ha avuta.
‪#‎vorreiprendereiltreno‬ vorrebbe restituire quella dignità che le Istituzioni troppo spesso tolgono. È la "lotta col sorriso" contro le barriere architettoniche e culturali, contro gli scalini e l'ignoranza, contro la discriminazione su ogni fronte.
#vorreiprendereiltreno sta con gli ultimi e i "diversi", coi loro diritti e i loro sogni, le aspirazioni comuni, le esigenze condivise.
#vorreiprendereiltreno è, soprattutto, abbracci e strette di mano, eventi e progetti, conferenze e cene, casa e famiglia.
#vorreiprendereiltreno siamo tutti NOI, perché un Paese più accessibile è un Paese migliore per tutti. Ma soprattutto un Paese in grado di amare il prossimo, amarlo con un libro in mano, è un Paese meno ignorante e meno cattivo.

Iacopo Melio ha risposto civilmente a un post razzista di Matteo Salvini. Molti sostenitori di Salvini lo hanno ricoperto di insulti, minacce e offese di ogni tipo. Il Partito Democratico e i Giovani Democratici hanno reagito prontamente. Conosco Iacopo, un grande combattente, dall'umanità straordinaria. Capace di lottare per se e "für ewig" - avrebbe detto Gramsci- per gli altri, per tutte e per tutti. Per questo sono certo che questo brutto episodio non farà che consolidare la sua passione civile e antifascista. 

 Iacopo Melio è stato insultato e offeso pesantemente da alcuni personaggi solo per aver espresso la sua idea in un post di Salvini. Ora va benissimo criticare ed opporsi alle idee altrui, ma insultare un ragazzo e offenderlo per la sua disabilità no! 
Chiedo a tutti di firmare questa petizione. ‪#‎SalviniDissociati‬
L’ideatore della campagna #vorreiprendereiltreno , Iacopo Melio, disabile di 22 anni, è finito al centro di una polemica dopo aver commentato su Facebook un post del…

io ho votato vota anche tu


2 commenti:

Il tuo commento è l'anima del blog,
Grazie della tua visita e torna ogni tanto da queste parti , un tuo saluto sarà sempre gradito.Elmar Lener